Il tè: una storia lunga migliaia di anni

Pubblicato in Il blog della Latteria Garbatella

Vi ricordate quando vi abbiamo parlato delle novità in arrivo in Latteria? Una di quelle erano degli eventi di degustazione tè pensati per far conoscere la magia nascosta dietro questo infuso millenario.

Ridurre la sua storia a poche righe di un articolo è impossibile. Proprio per questo abbiamo deciso di dedicare al tè degli appuntamenti sul nostro blog, per fare insieme un viaggio meraviglioso e pieno di curiosità indietro di millenni e distante interi continenti.

Siete pronti? Partiamo!

Tanti tanti anni or sono, in una terra molto lontana...

Ci credereste mai che la dicitura "foglie di tè" compare per la prima volta in scritti cinesi risalenti a circa 3000 anni fa? Ebbene sì, sembra che siano stati proprio i cinesi a utilizzare per primi le foglie e i rametti dell'albero del tè per scopi alimentari. Lo stesso termine "tè" proviene da un dialetto parlato nella costa cinese e si pronuncia Tei, mentre in altre regioni della Cina si legge Cha che, in lingua cantonese, significa "tagliar via, raccogliere".

Noi lo chiamiamo tè perché i primi carichi arrivarono esattamente dalla costiera cinese via mare, mentre in altri Paesi quali Russia, India, paesi arabi e Asia Centrale questa bevanda viene chiamata Cha poiché arrivata via terra.

Il tè però non nasce come bevanda: le prime popolazioni ad utilizzarne le foglie le mangiavano, arrotolandole, affumicandole e mettendole in salamoia, oppure condite con sale, aglio e grasso. Il consumo di tè come siamo abituati a pensarlo oggi risale al VI secolo circa, quando i mercanti cinesi cominciarono a venderlo ai monaci dei templi: questi ritenevano l'infuso prodotto con il tè una bevanda utile per la concentrazione mentale.

Il tè tra miti e leggende

Naturalmente un po' di miti tramandati non possono mancare nel nostro viaggio. Si narra ad esempio che sia stato Shen Nong, secondo cinque imperatori mitici cinesi, a scoprire le virtù benefiche delle foglie di tè messe in infusione in acqua calda. L'imperatore, che secondo il mito inventò le arti dell'agricoltura e della medicina, iniziò la sua affascinante ricerca per classificare e registrare le diverse varietà e qualità di tè, stabilendo regole per la coltivazione, la lavorazione e la preparazione.

Solo molti secoli dopo, durante la dinastia Tang, si scoprirà che mettere in infusione foglie non intere bensì spezzate garantisce di mantenere l'aroma e l'essenza del tè ottenendo però un risultato migliore e, circa due secoli dopo, si scoprirà che il modo migliore per preparare l'infuso è versare l'acqua sopra le foglie sminuzzate e non il contrario.

Il tè in Giappone

A portare le piante del tè in Giappone fu il monaco Saicho all'inizio nel IX secolo, il metodo di infusione invece fu introdotto dal monaco Eisai. Egli scrisse una grande opera intitolata "Note sugli effetti curativi del tè" in cui descrisse come questa bevanda fosse il segreto per una vita lunga, raccomandandone quindi un maggior consumo.

Il tè arrivò in Europa solo all0'inizio del XVII secolo per mano dei Portoghesi e degli Olandesi, che all'epoca commerciavano con la Cina. Gli Olandesi importavano soprattutto dall'isola di Giava per poi esportarlo in Germania, Francia e Italia.

In Russia invece il tè fu portato intorno al 1600 e il suo commercio regolare cominciò nel 1689 via terra in cambio di pellicce. Questo commercio via terra continuò fino al completamento della via ferrata transberiana, nel 1916, che permise scambi notevolmente più veloci.

Pillole di... tè

Vogliamo lasciarvi con una pillola, una piccola curiosità sul tè che vi somministreremo ad ogni appuntamento.
 
Sapete che durante la dinastia Tang fu istituito il Tributo del tè? Durante la raccolta, nota come raccolta imperiale, una parte del ricavato doveva essere destinato all'Imperatore per il suo uso personale. Questa raccolta seguiva dei rigidi dettami, alcuni dei quali molto curiosi: le giovani raccoglitrici, per esempio, dovevano indossare dei guanti e non potevano mangiare assolutamente cibi forti come cipolle o aglio perché, con il loro odore intenso, avrebbero potuto contaminare le preziose foglie di tè.
 
Interessante vero? La storia del tè presenta degli aspetti molto affascinanti che non vediamo l'ora di raccontarvi. Nel darvi quindi appuntamento alle prossime settimane sul nostro blog vogliamo invitarvi a degustare delle ottime qualità di tè nella nostra sala: ogni pomeriggio dalle 16:00 la nostra cara Francesca, esperta di tè a livello internazionale, vi aspetta per farvi approfondire la conoscenza con questa pianta e perché no, darvi la possibilità di portarne a casa qualche grammo!
 
Vi aspettiamo in Lattèria!g 
Leggi tutto...

Lattèria Garbatella: i 3 appuntamenti di Dicembre a cui non potrete rinunciare!

Pubblicato in Il blog della Latteria Garbatella

Vi ricordate quando vi abbiamo fatto l'elenco delle novità invernali di Latteria Garbatella?

Vi abbiamo anticipato l'arrivo dei nuovi menù, di qualche piccolo cambiamento di orari che ci permetterà di ritrovarci insieme già da ora di pranzo sia di sabato che di domenica e la possibilità di bere una tazza di tè dalle 16 di ogni pomeriggio.

Bene, in realtà le novità non finiscono qui: anche se oggi non vi sveleremo ancora tutti i nostri piani, proprio non riusciamo a mantenere totalmente segreta la novità che più di tutte ci entusiasma!

Lattèria: nessun errore di scrittura

Dovete sapere che il motivo per cui abbiamo deciso di anticipare l'apertura alle 16 è che noi ADORIAMO il tè, in ogni sua fase: dal fascino di una passeggiata tra le piante di Camellia sinensis fino al magico momento dell'infusione. E' un mondo straordinario questo e noi non potevamo rimanere indifferenti, né tantomeno pensare di non coinvolgervi nel nostro nuovo emozionante viaggio! E' proprio per questo che qualche mese fa abbiamo deciso di far diventare il nostro angolo la prima sala da tè di Garbatella.

L'ideatrice di questo viaggio - che lei ha fatto davvero - è Francesca Ascenzi, esperta di tè a livello internazionale. Grazie a lei scopriremo una storia millenaria e impareremo a conoscere le qualità benefiche di una bevanda ricca e affascinante.

Save the date: comincia il viaggio!

E' con enorme soddisfazione quindi che vi invitiamo a partecipare ai tre appuntamenti che si terranno in Latteria i prossimi 4, 11 e 18 dicembre. In queste tre occasioni avremo il piacere di svelarvi tutti i nostri piani e farvi scoprire la meraviglia che solo una bevanda antica come il tè sa regalare grazie a delle degustazioni ideate ad hoc per questi incontri.

Abbiamo ideato anche un tè alcolico da farvi assaggiare: non vi sembra un buon motivo per passare in Latteria?

Ci vediamo in Lattèria!

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS